giovedì 26 ottobre 2017

Serie "Historic prog bands live in Italy" - Capitolo 35 - (Yesterday & Today n. 17) - King Crimson, Reggio Emilia 1973 & Milano 2016


Sono passate molte lune dall'ultima volta che la gloriosa serie "Yesterday & Today" ha fatto la sua comparsa tra le pagine della Stratosfera. L'occasione per rispolverarla me l'ha fornita ancora una volta l'amico Marco Osel,che dai suoi cassetti ha estratto due concerti dei leggendari King Crimson, risalenti rispettivamente al 1973 e al 2016.  Una forbice di 43 anni separa le due registrazioni, entrambe di eccellente qualità sonora. Iniziamo con il concerto di Reggio Emilia, parte integrante di un tour che toccò la nostra penisola nel lontano 1973, per approdare al 2016, anno in cui la premiata ditta D'Alessandro e Galli riuscì a riportare Fripp e soci in Italia per ben otto date. Ho cercato a lungo nei meandri del web un possibile bootleg dei KC a Reggio Emilia, ma non ho trovato nulla. Fino a prova contraria mi sento di affermare che si tratta di un "first time on the web". Stesso discorso vale per la lunga performance di Milano, della quale non vi è traccia evidente. Finite le premesse e ringraziato ancora una volta Osel per queste chicche, lasciamo spazio alla musica.

Yesterday 

FIRST TIME ON THE WEB

King Crimson - Reggio Emilia, Palazzetto dello Sport 
5 aprile 1973


TRACKLIST:

01- Doctor Diamond
02- Larks' Tongues In Aspic Part I
03- Easy Money
04- Improvisation # 1
05- Exiles
06- Book Of Saturday
07- The Talking Drum
08- Larks' Tongues In Aspic Part II
09- 21st Century Schizoid Man (missed)

LINE UP

Robert Fripp - guitar, mellotron
John Wetton - bass, vocals
David Cross - violin, flute, mellotron
Bill Bruford - drums


Straordinario concerto che segue a ruota  quello di Roma del 13 novembre 1973 già pubblicato sulla Strato nel febbraio scorso (fu anche l'occasione per ricordare John Wetton, scomparso il 31 gennaio) che ritroverete qui. La tracklist del concerto di Reggio Emilia differisce in parte rispetto all'appuntamento di Roma.

Vale la pena ricordare le tappe di quel lontano primo tour italiano dei King Crimson, suddiviso in due tranche. La prima parte  toccò le città di Reggio Emilia (il 5 aprile, che rappresenta dunque in assoluto il primo concerto italiano dei KC) e Roma (il 6 aprile). Dopo una lunga serie di concerti negli Stati Uniti e in Canada, i KC tornarono in Italia per altre due date: il 12 novembre a Torino, il 13 a Roma. Tutti questi concerti sono documentati, pertanto fra qualche settimana vedremo di pubblicare i due mancanti per la gioia dei completisti. Come ho scritto nelle premesse, non ho trovato traccia di questo concerto sul web, mentre ho recuperato una buona recensione nostalgica e alcuni scatti fotografici (qui pubblicati), opera di Silvano Martini che ringraziamo. Questa è la pagina del suo blog "Last Music Rebel" che vi invito a visitare.

Il concerto si apre con un inedito, Doctor Diamond, che i KC suonarono spesso dal vivo in quel periodo. Segue la riproposta quasi integrale di "Larks' Tongues In Aspic", allora da poco pubblicato. Da segnalare, unica piccola pecca, la mancanza di 21st Century Schizoid Man, proposta come bis in chiusura di concerto.


...and Today

FIRST TIME ON THE WEB

King Crimson - Milano, Teatro degli Arcimboldi
5 novembre 2016


TRACKLIST CD1:

01. Tuning up
02. Threshold Soundscape 
03. Larks Tongues in Aspic - part one
04. Pictures of a City
05. Dawn Song
06. Red
07. Cirkus
08. Fracture
09. Epitaph
10. Hell Hounds of Krim
11. Easy Money


TRACKLIST CD2:

01. Interlude
02. The Talking Drum
03. Larks Tongues in Aspic - part two
04. Fairy Dust
05. Peace
06. Indiscipline
07. The Court of the Crimson King
08. The Construkction of Light
09. The Letters
10. Sailor’s Tail
11. Meltdown
12. Radical Action II
13. Level Five


TRACKLIST CD3:

01. Starless
encore
02. Banshee Legs Hassle
03. 21st Century Schizoid Man


LINE UP

Rober Fripp - guitar
Mel Collins - saxophone, flute
Tony Levin - bass
Jakko Jakszyk - guitar, vocals
Gavin Harrison, Jeremy Stacey, Pat Mastelotto - drums 


Arriviamo così allo scorso anno, in cui i KC (a proposito, lunga vita a Fripp & co.) tornarono in Italia per proporre il loro "The Elements of King Crimson Tour 2016".  Otto date in quattro differenti città: 5 e 6 novembre al Teatro degli Arcimboldi di Milano, 8 e 9 novembre al Teatro Verdi di Firenze, 11 e 12 novembre all'Auditorium Conciliazione di Roma e, infine, 14 e 15 novembre al Teatro Colosseo di Torino. Nella formazione comprendente bel tre batteristi, il leader storico Robert Fripp ha cooptato per l'occasione Mel Collins al sax (già nei KC negli anni '70 e poi nel tour 2013), Tony Levin al basso e stick (anch'egli con i KC fin dal 1981) e il chitarrista e cantante Jakko Jacszyc, approdato alla corte del Re Cremisi nel 2003. 


Il lungo concerto, raccolto in ben 3 CD, ripercorre il meglio della lunga produzione discografica del gruppo, alternando brani storici (ben tre dal primo superlativo LP  del 1969 tra cui una stupenda versione di The Court of the Crimson King) ad altri relativamente più recenti. Una lunga cavalcata che ripercorre 45 anni di storia musicale di un gruppo leggendario e immortale. Vi lascio con alcuni scatti fotografici inviati direttamente da Osel.
Buon ascolto.





Link KC Reggio Emilia 1973

Link KC Milano 2016 CD 1
Link KC Milano 2016 CD 2
Link KC Milano 2016 CD 3



Post by George - Music by Osel

23 commenti:

  1. Graditissima sorpresa.
    Grazie infinite.
    David

    RispondiElimina
  2. Tutti e due grandi concerti.......come tutti quelli a cui ho assistito(dei Crimson.....ovviamente) anche il tour dell'anno scorso era un pò appesantito dalle tre batterie.
    La registrazione risulta quasi meglio che dal vivo....i tre batteristi, in prima fila sul palco, finivano per copire un pò gli altri.....soprattutto i fiati di Collins e il basso di Levin
    Comunque un gran spettacolo, ma forse due batterie bastavano.....
    Il 73 è tutta un'altra storia.....è il periodo di maggiore creatività di Fripp e soci(non amo moltissimo il periodo anno 80 ecc. di cui ho inviato il concerto di Reggio 82) e fu uno spettacolo superlativo......mitico.....uno dei ricordi più belli di quegli anni(pur gravidi di meraviglie musicali)......riuscii addirittura, il giorno dopo, a beccare Wetton davanti all'albergo e scambiarci due parole!!!!

    RispondiElimina
  3. Grazie Osel e George e ammiro la passione di Osel per la presenza nei due concerti a distanza di così tanto tempo.

    RispondiElimina
  4. grazie.....ma la passione non demorde....direi che non ho perso un tour italiano di Frippi e co.....ho già inviato documentazione del 73,82, 02.....

    RispondiElimina
  5. Grazie super-Osel di questi due concerti:un piacere sublime, una delizia per le orecchie.

    RispondiElimina
  6. Tra l'altro, non vorrei sbagliarmi, ma l'ultima foto cattura, al centro tra il pubblico, proprio il nostro benefattore Osel, visivamente beato dall'ascolto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto.....quello con la barba bianca!

      Elimina
  7. Buongiorno Capitano e buongiorno a tutti.
    Vorrei segnalare che oltre "21st Century Schizoid Man", manca anche il brano n. 7 in scaletta, ovvero "The Talking Drum".

    RispondiElimina
  8. moh controllo.......mi pareva di avere spedito tutti i files.....la registrazione era completa......credo.....

    RispondiElimina
  9. Sono andato a controllare i file inviati e, in effetti, ha ragione l'amico Fabio. mancano le tracce 7 e 9. Se il concerto è stato registrato nella sua integralità, chiederei cortesemente a Osel, sempre che li trovi, di inviarmi i due file mancanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già reinviato tutto il concerto......mi chiedo come mai manchino quei due files.......mah
      comunque eccotelo intero(di nuovo....)

      Elimina
  10. Francesco (Silverado)27 ottobre 2017 17:15

    In attesa dell'unico file mancante (file 7 - The talking drum) visto che il file 9 è già stato segnalato mancante.
    Ottimo il concerto di Milano.

    RispondiElimina
  11. Occhio che se Fripp e i ragazzi della DGM si accorgono di questo vi fanno il culo quadrato. MeRiT

    RispondiElimina
    Risposte
    1. calcolando che il nuovo live ufficiale è già scaricabile lossless su alcuni siti......forse avranno di meglio da fare....

      Elimina
    2. Speriamo!
      Comunque se ti va di confrontarti con le mie registrazioni italiane dei Kc il mio indirizzo mail è mariolinospadino@yahoo.it tra l'altro abbiamo un amico in comune!

      Elimina
  12. yes.....il mio prode collega di avventure musicali ,mi ha parlato di te.....

    RispondiElimina
  13. Pronto ad essere crocefisso vi confesso che non ho mai amato i King Crimson, e vi chiedo perdono. Pensate che non mi è mai piaciuta neanche Ornella Muti, persino negli anni 70/80 periodo di suo massimo fulgore (della Muti ovviamente). Però non posso che restare a bocca aperta di fronte a queste gemme, ragazzi siete (o forse immodestamente siamo) grandi! Unico blog dove trovare ciò altrimenti introvabile. come recitava un film....OVER THE TOP !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so come si faccia a non amare i King Crimson.......comunque grazie!!!!

      Elimina
  14. Fran-One, sei stato scomunicato!! Ma non per i KC, per Ornella Muti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi non è che mi piaccia la figlia di Fantozzi o i Pandemonium (con tutto il rispetto), però ad esempio ho sempre preferito la Giuliana De Sio e i Jethro Tull. Vabbeh, chiederò una dispensa stile papale per continuare a pubblicare lavori.

      Elimina
    2. ok per i jethro e pure per la de sio.......ma i Kc e pure la muti sono dei miti!

      Elimina
    3. 👍🏼👍🏼👍🏼👍🏼👍🏼👍🏼👍🏼👍🏼

      Elimina
  15. Grazie mille per la citazione e per la pubblicità al mio Blog.

    RispondiElimina