lunedì 9 ottobre 2017

Le Antologie della Stratosfera vol. 36 - Musicanova: the complete works part 2 (Quanno turnammo a nascere - 1979 - Studio & Live)


Questo post, realizzato a quattro mani con l'amico Frank-One, è da un po' che giaceva tra le bozze, via via bypassato da altre "esigenze". Scusami Frank-One, adesso è proprio giunto il momento della condivisione con gli amici della Stratosfera, visto anche il gradimento dimostrato per il gruppo napoletano.

La prima parte di questa antologia a puntate, comprendente l'intera opera dei Musicanova, era stata pubblicata nello scorso mese di aprile e la potrete ritrovare qui. In questa seconda tranche vi presentiamo il disco del 1979, "Quanno turnammo a nascere", in accoppiata con un magnifico concerto live dello stesso anno, trasmesso dalla Radiotelevisione svizzera TSI, dove il gruppo partenopeo ripropone dal vivo, in larga misura, i brani del disco in studio. Per questa ragione non abbiamo seguito in modo rigoroso la cronologia delle uscite discografiche. Sempre nel 1979, qualche mese prima di questo album, i Musicanova pubblicarono "Brigante se more", che vi proporremo nel terzo ed ultimo capitolo, insieme a "Festa festa" del 1981. 


Musicanova - Quanno turnammo a nascere - Canzoni sulle quattro stagioni di Eugenio Bennato e Carlo D'Angiò (1979)


TRACKLIST:

01. Quanno turnammo a nascere  3:18  
 A VERNATA  
02. Quanno è vierno 'mmiezo o mare  3:40  
03. Jesce carnevale  1:20  
04. Diavolo s'arrecreia  2:40  
05. Sunata breve  0:50  
 PRIMMAVERA  
06. Primmavera  4:00  
07. È Passata la Vernata  3:55  
A STAGIONE  
08. Quanno o sole è doce  2:40  
09. Canzone libera  4:03  
 AUTUNNO  
10. Tempo di vendemmia  3:20  
11. Moresca nuova  2:48  


FORMAZIONE

Eugenio Bennato - chitarra, armonica
 Carlo D'Angiò - chitarra e voce in 1
Teresa De Sio - voce
Gigi De Rienzo - mandoloncello, tamburello
Robert Fix - sax, oboe, ciaramella
Pippo Cerciello - violino
Andrea Nerone - voce
Alfio Antico - tamburello
Aldo Mercurio - contrabbasso
Nando Caccaviello - cello in 11


Tra le molte recensioni reperibili sul web, ho trovato particolarmente interessante quella scritta da Marco Genzanella sul blog "Mescalina.it", che vi propongo nei suoi tratti salienti.

"Quanno turnammo a nascere", album fondamentale dei Musicanova, venne inciso nel 1979, anno di maturazione del gruppo che Eugenio Bennato fondo´ una volta distaccatosi dai "Nuova compagnia di canto popolare", per divergenze artistiche con Barra & soci. L'album è strutturato su quattro grandi temi, le quattro stagioni, che fanno da sfondo alla favola di un uomo che vuole una nuova vita: vuole rinascere parte di un´umanità libera, non dalle forme perfette, ma viva e senza affanni. La musica popolare napoletana fatta di tarantelle e villanelle è molto presente e la tradizione mediterranea si fa sfondo per sperimentazioni sognanti e dal sapore a volte vagamente jazz. "Quanno turnammo a nascere" inizia con queste parole di D´Angiò sulla base di una chitarra dai toni bassi: "Oi Pateterno mio, si torno a nascere voglio essere criato piscetiello, pe nun vede´ e nun sèntere astu munno, tutte li cose brutte ca succedono". Un forte bisogno umano di migliorare domina tutte le liriche dell´album che alla semplicità della tradizione popolare si appoggiano nel tentativo di creare un dialogo fra tradizioni diverse e di disparati periodi. Canzoni quali "Quando e´ vierno ´mmiezo o mare", "Quanno o sole e doce", "Primmavera", sprigionano una grande energia vitale nelle loro trame intricate di arpeggiature di chitarra, arpa e mandoloncello, dove la voce stridente e allo stesso tempo melodiosa di Teresa De Sio si solleva in registri di rara intensità vitale. Disco imperdibile, dove la più pura vena popolare mediterranea napoletana si fa attuale".



Musicanova - Musicalmente live TSI 1979 (bootleg)


TRACKLIST:

A VERNATA
01. Quanno è vierno 'mmiezo o mare
02. Jesce carnevale
PRIMMAVERA
03. Primmavera
 A STAGIONE
04. Tarantella
AUTUNNO
05. Tempo di vendemmia
06. Moresca nuova
07. Pizzica minore


FORMAZIONE

Eugenio Bennato - chitarra, voce
Teresa De Sio - voce
Aldo Mercurio - contrabbasso, mandoloncello
Andrea Nerone - voce
Alfio Antico - strumenti a percussione
Pippo Cerciello - violino
Robert Fix - fiati 


E ora passo la parola a Frank-One

Nella scatola dei ricordi sono andato a pescare questo concerto del 1979. Ma contestualizziamo il tutto: dobbiamo innanzitutto tornare a quella meravigliosa trasmissione della Radiotelevisione svizzera, ex TSI e oggi RTSI, che per anni ha deliziato l'etere con concerti veramente piacevoli e interessanti, della quale già avevamo parlato in occasione del live di Eugenio Finardi e i Crisalide, e cioè "Musicalmente". 


In questa performance del 1979 l'ensemble napoletano supportava l'uscita dell'album "Quanno turnammo a nascere", pubblicato nello stesso anno, proponendolo in buona parte, ripercorrendo lo stesso schema delle quattro stagioni come nell'album in studio. Ricordiamo infatti come il sottotitolo fosse "Canzoni sulle quattro stagioni di Eugenio Bennato e Carlo D'Angiò".  Sebbene nel corso del concerto lo stesso Eugenio Bennato introduca le canzoni, o le commenti al loro termine, diamo la scaletta, anche perché il concerto è su una unica traccia.


Si parte con "A vernata" (l'inverno) e quindi: Quando è vierno 'mmiezo o mare e Jesce carnevale. Segue "Primmavera" con appunto Primmavera. Si passa poi all'Estate, definita come suole a Napoli "A stagione" con una tarantella dal titolo non meglio dichiarato. Il tutto termina con "Autunno", ovvero Tempo di vendemmia e Moresca nuova. Chiudeva il tutto la presentazione  del gruppo e l'unico brano fuori album, "Pizzica minore", dall'album "Musicanova" dell'anno precedente. Rispetto alla line up dell'album non sono presenti sul palco né Gigi Di Rienzo, il cui mandoloncello viene suonato da Aldo Mercurio - come ricordato nella presentazione da Eugenio Bennato - né, incredibilmente, Carlo D'Angiò, ma tant'è. Vorrei invece sottolineare la voce potente di Andrea Nerone e la solita stupenda, dolce, poliedrica performance di Teresa De Sio, non solo nella sua vocalità ma nella sua capacità interpretativa e scenografica. 



A mia memoria non esiste altra performance ufficiale live dei Musicanova. Io ho anche un concerto dal titolo "Musicanova Roma 1981" (ndr con Mauro Di Domenico), trasmesso qualche anno fa dalla RAI, ma era un progetto in realtà solo a nome Musicanova, dove Eugenio Bennato interpretava molti brani dalla sua carriera solista, per riproporne solo alcuni del gruppo del quale era fondatore insieme a Carlo D'Angiò. 


E' tutto. Spero che il materiale proposto sia di vostro gradimento.
Vi lasciamo con il consueto buon ascolto.


Link Quanno turnammo a nascere 
Link Live TSI 1979 


Words & music by George & Frank-One
(4 hands are better than 2)

7 commenti:

  1. Grandi brani d'atmosfera che riscaldano l'anima: grazie infinite cari George e Frank-One.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. non si può dire che non fossero bravi però non ebbero il coraggio di contaminare il folk col rock o il prog come avveniva in UK con i pentangle, i fairport convention, i gryphon ecc
    comunque un gran disco anche se nel filone del recupero della tradizione popolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, diciamo che arrivano a quello che tu dici nell'ultimo capitolo, il bellissimo "Festa festa", in cui la contaminazione tra tradizione e contemporaneità è giocata a 360 gradi

      Elimina
  4. aggiungo che ho amato assai di più la De Sio solista, soprattutto i primi album con Francesco Bruno e Robert Fix......

    RispondiElimina
  5. Faccio un appello che non c'entra nulla con i Musicanova. Ho intenzione di fare prossimamente un post dedicato a/ai Futuro Antico. Qualcuno di voi ha i file di Afghanistan? Trattasi di cassetta autoprodotta. A me li ha passati un amico, ma ho qualche dubbio. Mi ha inviato 3 files, mentre so che sulla cassetta dovrebbero esserci solo due tracce, (non) intitolate, ovvero "Untitled A" e "Untitled B", una per ogni facciata della C60. Fatemi sapere. Grazie

    RispondiElimina
  6. Visto che c'è Eugenio Bennato, e dei concerti della NCCP degli anni '70 non si potrebbe postarli?

    RispondiElimina